Sapori di Romagna…




Chi mi conosce sa del rapporto speciale che mi lega alla Romagna…
Nei miei ricordi di bambina prima, di ragazzina poi e infine da adulta, la piada si è sempre accompagnata a sensazioni di calore, di amicizia, di simpatia!
La simpatia tipica del popolo romagnolo 🙂

La piada, piatto tipico romagnolo mette allegria, sazia senza appesantire ed è incredibilmente versatile, farcita o da sola, mangiata così com’è.

Ahimè…abito lontano dalla Romagna e non ho modo di gustare questa pietanza in piadineria tutte le volte che me ne viene voglia 😦

Allora?

Allora viene in mio aiuto la mia amica Loriana, la piada buona come appena preparata dalle mani dei migliori piadaioli romagnoli!



Ma com’è fatta una piadina? 
Ingredienti semplici e sani: farina, acqua, sale, strutto, olio di oliva…
Oggi a questa ricetta tradizionale si aggiunge spesso una punta di bicarbonato che tenga l’impasto più morbido e lievitato.

E questo impasto viene tirato a mano col matterello o con macchinari appositi tra i cui rulli si stendono alla perfezione le “palle” di impasto che diventano come per magia quasi perfettamente rotonde.

Questa sfoglia sottilissima, anticamente cotta sulla  teggia  (=teglia) in terracotta, oggi viene solitamente preparata su una teglia in metallo (tradizionalmente in ghisa, ma anche in altri metalli)

 Giovanni Pascoli la chiamava «il pane dei Romagnoli»…ma oserei dire che oggi la piada sia un patrimonio nazionale della tradizione culinaria italiana e Loriana ci offre questa delizia selezionandone con cura gli ingredienti,  lavorandoli secondo tradizione, senza aggiungere conservanti, né coloranti e assicura ai propri prodotti freschezza e fragranza a lungo grazie all’atmosfera protettiva della confezione che consentela conservazione fino a quattro mesi, fuori dal frigo.

Se invece apriste la confezione senza terminarne il contenuto, richiudetela nel migliore dei modi (con del nastro adesivo per esempio), conservatela in frigo e consumatela entro pochi giorni  perchè la sua bontà resti inalterata.

Come prepararla? In tutti i modi che la fantasia ci suggerisce!
Provo ad elencarvi alcuni dei modi in cui sono solita mangiarla, ma non ponete freni alla vostra immaginazione.


  • tradizionale con il prosciutto crudo e/o con lo squacquerone e rucola (se non reperite lo squacquerone romagnolo, ripiegate su crescenza o stracchino)
  • con prosciutto cotto e un formaggio stagionato
  • con prosciutto crudo e Raspadura Lodi  
    prosciutto di parma e formaggio

  • con l’insalata condita con olio, sale e limone/aceto (anche balsamico)
  • con la salsiccia e la provola
  • come cassone con le verdure o con la salsiccia
  • con salame, mortadella o altri salumi (per esempio bresaola e grana a scaglie)
  • con i napoletani broccoli e salsiccia…..mmmmmmmmm!!!!
  • con la NUTELLA!!!!! O la marmellata…


E in tanti altri modi che potrete improvvisare come meglio vi suggerirà l’appetito.





Loriana Tradizionale è la piadina, quella autentica della tradizione, nasce sulle colline Romagnole ed il suo incredibile sapore, la sua bontà, la sua ricetta sono rimasti sempre uguali a se stessi negli anni.

La Sfogliatissima  Classica, è la piadina soffice, morbida, con tutto il gusto della autentica tradizione romagnola.


La Sfogliatissima all’Olio Extravergine d’Oliva per chi preferisce un prodotto più leggero, fragrante, ma senza rinunciare al gusto (inoltre è interamente vegetale, quindi non solo priva di colesterolo, ma adatta anche a chi segue un regime alimentare vegetariano/vegano)

Il Pan Piadina ha una

 consistenza più spessa,  sapore pieno e  incredibile morbidezza,che la rendono ideale non solo farcita, ma anche servita come un pane  gustoso.


L’Arrotolabile: talmente morbida e sottile, che si arrotola senza rompersi, ideale anche per preparare dei gustosi rotolini da proporre come aperitivo.

La  Piadapizza. una pizza, dal punto di vista della piadina: dall’incontro tra la vera pizza e l’autentica piadina Romagnola, nasce  un gusto incredibile, che la rende squisita anche soltanto con un po’ d’olio e  di sale, oppure con qualche pomodorino. Il suo segreto? La semola di grano duro che incontra gli ingredienti tipici della piadina e dà vita ad un prodotto straordinario e unico!
Ed ancora la Biologica, quella al Kamut, la Sottilissima….tutte deliziosamente irresistibili.
Basta scaldarle per un tempo brevissimo (variabile, a secondo del tipo che sceglieremo, dai 30 secondi ai 2 minuti) sull’apposita teglia o in padella antiaderente o sulla piastra o in forno o al micro-onde.

Potete vedere qui in foto la mia piadina arrotolabile, posta in padella antiaderente precedentemente riscaldata, pronta, gustosa e fragrante in un solo minuto.

In pochissimo e senza sforzo alcuno, avremo pronto in tavola caldo e fragrante il sapore di Romagna.




Per questi, e per molti altri gustosi motivi, oltre 12.000 consumatori hanno eletto LORIANA 
PRODOTTO DELL’ANNO 2013!!!! 



Vi lascio quindi i contatti dell’azienda, sperando di aver solleticato le vostre fantasie  gastronomiche e vi rimando a prossimi post per nuove ricette con Loriana 🙂


sito web: http://www.piadinaloriana.it
pagina facebook: https://www.facebook.com/PiadinaLoriana?fref=ts






Annunci

28 pensieri riguardo “Sapori di Romagna…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...