Pizza di segale con patate e sbrinz!!!

Siete pronti ad una pausa golosa?
Vi ricordate? Qualche giorno fa vi ho parlato di formaggi svizzeri.
(Se avete voglia di approfondire, date un’occhiata QUI).

Una delle cose che vi ho fatto notare è quanto siano versatili in cucina: non bisogna limitarsi a pensare che il formaggio buono vada consumato solo tal quale (a morsi!) ma dobbiamo capire che un alimento di alta qualità, quali sono lo Sbrinz o il Gruyère, può rendere una ricetta già saporita, una ricetta speciale.
lo sbrinz

Allora prendete carta e penna (o provate con ctrl+C) e segnatevi gli ingredienti per questa gustosa ricettina.

Ingredienti (per due persone)

Impasto

  • Farina bianca 200 gr circa
  • farina di segale 120 gr.
  • un cubetto di lievito di birra
  • sale q.b.
  • zucchero un cucchiaino
  • un bicchiere colmo di acqua e latte in uguali quantità
  • semi di finocchietto q.b.

Inoltre…

  • mezzo kg circa di patate
  • sale q.b.
  • olio (meglio se EVO) q.b.
  • spezie per le patate de gustibus
  • abbondante sbrinz grattugiato
  • sbrinz a fette sottilissime q.b.

Cominciamo dall’impasto:

Mescolare insieme le due farine in una terrina o nell’impastatrice.
Se impastate a mano: mettere sotto sale e zucchero, poi le farine, fare un buco al centro in cui metterete il mix di acqua e latte tiepido ed il lievito e man mano lasciate che il liquido assorba le farine e amalgamate tutto lavorando prima nella terrina finchè non vedete che comincia a staccarsi dalle pareti, poi mettete della farina sul piano di lavoro e riponetevi il panetto al centro, continuando a lavorarlo  (eventualmente aggiungendo farina per lavorarlo bene) finchè vedrete che non si attaccherà più al piano di lavoro.
A quel punto aggiungete una manciatina di semi di finocchio, impastate per amalgamare e rimettete il panetto ben infarinato nella terrina e lasciate che lieviti per bene finchè il suo volume aumenterà considerevolmente (almeno il triplo).

l’impasto farina bianca+segale
Se invece usate un’impastatrice, seguite le istruzioni del vostro macchinario, ma in via generale mettete sempre sale e zucchero sotto la farina (perchè non vadano a contatto diretto con il lievito con cui interferirebbe) e mettetelo su un lato dell’impastatrice. Sul fianco versate il liquido tiepido (non bollente) ed illievito e lasciate che il macchinario faccia il suo lavoro. Dopo che avrete notato che le farine hanno ben assorbito il liquido aggiungete il finocchietto, lasciate che si amalgamino gli ingredienti, spegnete l’impastatrice e lasciate che lieviti a lungo.

Se dico “a lungo”, è perchè la segale ha tempi più lunghi rispetto alla farina bianca (se usaste solo farina bianca, basterebbero un paio d’ore).

le patate affettate sottilissime
Quando l’impasto avrà più  o meno raggiunto il volume giusto (ricordate: almeno il triplo del volume iniziale), accendete il forno a 200°, prendete le patate, lavatele, sbucciatele e poi con l’apposito attrezzo da cucina (affettatrice, mandolina o se siete brave, con un ottimo coltello, ma è più lungo e faticoso) affettatele sottilissime (come le classiche patatine fritte in bustina per intenderci), mettete in una teglia da forno (io uso direttamente quella in cui cuocerò poi la pizza, fra poco capirete perchè).
condite con olio e spezie
Aggiustate di sale, irrorate di olio (non siate avare, non va bene senza olio) e distribuitevi le spezie (se avete spezie già salate, attente a come dosate il sale o diventerà immangiabile), date una bella mescolata, aggiungete un goccio d’acqua (servirà perchè non si asciughino troppo) e passate in forno per alcuni minuti, giusto il tempo che prendano la prima cottura.

la cottura giusta (appena scottate)
A cosa serve questo strano procedimento?
Per evitare -usando le patate direttamente a crudo-  che se cuocessero insieme alla pizza, alla fine l’impasto sia ben cotto e le patate così così…fidatevi, la prima volta ho cotto tutto insieme e le patate mi sono rimaste un po’ dure.
Comunque quando le patate si saranno un po’ “ammosciate”, sfornate (senza spegnere il forno, vi servirà ancora ben caldo), toglietele dalla teglia e mettete in un piatto, poi raffreddate la teglia mettendone parte esterna sotto il getto dell’acqua fredda.

Potreste semplicemente usare un’altra teglia pulita, ma se vi ho detto di usare la stessa (facendo attenzione a raffreddarla solo all’esterno, senza versarvi acqua dove riporrete l’impasto fra poco) è perchè vi ritroverete con una teglia non solo già oliata (perchè non si attacchi l’impasto al fondo) ma anche saporita di patate al forno.

l’impasto (non troppo sottile)
A questo punto stendete l’impasto con le mani (o il matterello se non siete troppo pratiche); attente allo spessore: non dev’essere troppo sottile, ma sufficientemente alto da lasciarlo soffice, non biscottato.  Poi riponetelo nella teglia, aggiustandolo con le mani (se noterete qualche imperfezione).

distribuiamo le patate…
Ora distribuitevi uniformemente le patate, e poi ricoprite con abbondante sbrinz (circa un etto o più) grattugiato a scagliette con la grattugia a fori larghi e terminate con qualche sfoglia di sbrinz in superficie affettata sottilissima con lo stesso attrezzo con cui avete affettato le patate.


e poi il formaggio 
Quindi infornate di nuovo per una mezz’ora circa, ma i tempi saranno relativi: dipende dal forno che avete (nuovo/vecchio, normale/ventilato), di fatto vedrete la superficie della pizza ben dorata e il formaggio avrà fatto la sua bella crosticina sulle patate. 

appena sfornato
Attenti a questa fase perchè, se le patate si bruciano, il sapore va a farsi friggere: la cottura giusta deve comportare una pizza morbida  dentro, ma croccante fuori.



in versione street food
Adesso portate in tavola, aspettate quel tot che servirà a togliere l’incandescenza, poi tagliate la fettona di pizza con patate e sbrinz e scegliete: potete mangiarla subito ancora calda, ma sarà perfetta anche se vorrete usarla fredda/tiepida per farci  un pic-nic o portarla con sè come pranzo al lavoro, metterla nello zaino come  merendona a scuola ecc…

Vi ho convinti?
Provate, è più difficile a dirsi che a farsi 🙂


Con questa ricetta partecipo al contest SWISS CHEESE PARADE
promosso da Switzerland Cheese Marketing Italia e dal blog Peperoni e patate.





Annunci

51 pensieri riguardo “Pizza di segale con patate e sbrinz!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...