Cantine Settesoli. Il sole nel calice.

“Il vino aggiunge un sorriso all’amicizia ed una scintilla all’amore”
(Edmondo de Amicis)
Ci sono piaceri della vita a cui non bisognerebbe rinunciare…
Concordo con il grande De Amicis, un piacere che crea calore, donando un sorriso fra amici e accendendo la passione fra innamorati.
(Senza eccessi, naturalmente…)
Di cosa parlo? Lo avrete capito, mi riferisco al buon vino.
Certo, la vita è troppo breve per bere vini scadenti.
Anche questa perla però non attribuitela a me: è di Goethe.

E a proposito di buon vino, oggi voglio presentarvi un ospite frequentissimo del nostro desco: l’ azienda vitivinicola siciliana Cantine Settesoli.

Con ogni probabilità, Settesoli non ha bisogno di presentazioni, è un brand ben noto ed affermato nell’universo enologico.

Cosa vuole comunicarci il suo vino?
Un percorso avvincente, fatto di persone che lavorano coltivando non solo vigne, ma una grande passione che da 50 anni unisce più di 2.000 viticoltori e che  ha reso Settesoli un vero e proprio punto di riferimento per l’intero distretto delle “Terre Sicane”, capace di lavorare su 6000 ettari di vigneto come fossero un’unica proprietà.


In questo modo, Settesoli è riuscita a produrre qualità, rispettando l’ambiente e sostenendo l’economia del territorio, commercializzando però i propri vini  in Italia ed in tutto il mondo.
Fondata nel 1958 a Menfi, oggi Cantine Settesoli è la più grande azienda vitivinicola siciliana, oltre al più grande vigneto d’Europa.

Il patrimonio viticolo di Settesoli è formato da vitigni tipici della fascia mediterranea come il Grecanico, l’Inzolia e il Nero d’Avola, ma anche da vitigni di recente importazione in Sicilia come il Cabernet Sauvignon, il Syrah, lo Chardonnay ed il Pinot Grigio nonchè vitigni “innovativi” quali il Sauvignon Blanc o l’Alicante Bouschet.
I vini Settesoli quindi vengono ottenuti da uve selezionate perfettamente  mature, vinificate nella zona di origine coordinando così cultura del territorio, metodi tradizionali e innovazione tecnologica.

Nel 2003 l’azienda ha concretizzato un progetto di tracciabilità e certificazione di ogni fase del ciclo produttivo (un codice di identificazione è impresso su ogni singola etichetta), per poter offrire vini dalle elevate qualità organolettiche al miglior rapporto prezzo/qualità.

L’azienda ha conseguito inoltre le certificazioni UNI EN ISO 9001:2008, UNI EN ISO 22005:2008, BRC, IFS che danno ulteriore certezza della qualità e dell’origine dei prodotti, oltre ad aver adottato misure di tutela dell’ambiente e del territorio.
In ogni periodo dell’anno, si possono prenotare visite guidate in cantina, sia per semplici appassionati che per operatori del settore, partendo dal vigneto proseguendo in cantina fino alla degustazione dei vini.
Settesoli è inserita nella Strada Del Vino Delle Terre Sicane. Questo territorio rurale, in cui il paesaggio vinicolo è senz’altro prevalente, è adiacente ad alcuni siti storico/archeologici di notorietà internazionale come Selinunte e la Valle dei Templi di Agrigento.

Entriamo nel dettaglio….
Oggi voglio presentarvi alcuni dei vini rossi Settesoli, mostrandovene le caratteristiche e gli abbinamenti con cui li abbiamo gustati a tavola…preparatevi a stupirvi qua e là.

Cominciamo dal rosso preferito del mio affascinante consorte: il Syrah Settesoli.
E’ un vino rosso DOC Sicilia, prodotto da uve Syrah 100% con  una capacità di invecchiamento di circa due anni.
Il colore è il rosso intenso, brillante, vivace con riflessi violacei, mentre il profumo mostra forti sentori di frutti rossi ben maturi.


        scheda tecnica Syrah Settesoli
Il sapore è pieno, la struttura consistente, con una gradazione alcolica del 13%.
L’ideale è che sia servito tra i 16°-18°, ma -sebbene non facciamo roppo testo perchè da noi in montagna ha fatto fresco per tutta la cosiddetta estate, a casa nostra è stato bevuto anche a 22° senza che assolutamente il sapore ne risentisse.
Abbinamenti consigliati:  verdure grigliate, formaggi semi-stagionati, primi gustosi.
Cosa vi ho abbinato io? Pietanze saporite, questo è certo…date un’occhiata.
Un gustoso piatto di patate alla tirolese (ricetta fra un attimo), ma anche la classica saporita impepata di cozze e persino (udite udite!) un’orata alle spezie.
abbinamenti Syrah Settesoli

Non scandalizzatevi, non è mica obbligatorio per legge abbinare il pesce al bianco, sapete? Anzi, posso garantire che il piccantino delle cozze era perfetto con il Syrah 🙂

Il Merlot Settesoli
Prodotto come sempre a  Menfi è un ottimo vino rosso DOC di Sicilia.
La vendemmia è manuale ed avviene solitamente tra il 10 ed il 25 agosto ed ha una capacità di invecchiamento di cinque anni
Il colore è rosso rubino intenso con decisi riflessi porpora, il profumo è vanigliato con sentori di frutta matura e di prugne di bosco.

scheda tecnica Cantine Settesoli Merlot
Il sapore è molto equilibrato, ma intenso e lievemente speziato.
La temperatura di servizio ideale è tra i 16°-18°C ed ha una gradazione alcolica del 13%.
Abbinamenti consigliati: cacciagione o formaggi stagionati.

Io l’ho servito con piatti saporiti come la pasta con peperoni e salsiccia, oltre che con uno speciale piatto di carne “di mia invenzione” (In che senso? In pratica un giorno misi insieme un po’ di ingredienti che avevo in frigo, creando una via di mezzo tra hamburger, polpette e cotolette…con farcitura saporita, naturalmente), le cui ricette rimanderò ad altro post.
abbinamenti Cantine Settesoli Merlot: pasta con peperoni e salsiccia e carne alla Lifest





Il Nero d’Avola Settesoli

Forse il più noto dei vini siciliani o per lo meno io lo ricordo da sempre, sin da bambina, quando non ne capivo un fico secco.

E’ un vino rosso DOC, prodotto naturalmente a Menfi, esclusivamente da uve Nero d’Avola 100%.

Ha una capacità di invecchiamento di cinque anni e la vendemmia avviene come da manuale nella prima metà di settembre.

Il colore è rosso brillante, il profumo ha decisi sentori di uva rossa e frutti rossi, il sapore è morbido e corposo

Va servito tra 16°-18°C ed ha una gradazione alcolica del 13%.

Gli abbinamenti consigliati da Settesoli sono salsiccia, arrosto, spezzatino con patate, salumi e  formaggi semistagionati.
Scheda tecnica del Nero d’Avola Settesoli
Infatti l’abbiamo gustato, oltre ai semplici ma gustosi spaghetti alla chitarra artigianali (fatti con le mie manine, con semola e acqua di fonte alpina, senza uova) conditi tradizionalmente con aglio, olio e peperoncino, anche con un piatto di salame del contadino, formaggio semigrasso stagionato di montagna (“coming from” la fattoria qui in paese!!!) e piadina fatta in casa (ndr: è semplice da fare: farina, acqua, sale, un po’ di strutto, o olio se non lo gradite, e un pizzico di bicarbonato o lievito. Impastate, tirate la sfoglia bella sottile e cuocete sull’apposita piastra di ghisa).

 

abbinamenti con Nero d’Avola Settesoli


Ma ora lasciate che vi presenti una semplice, ma gustosa ricetta che ho imparato in Alto Adige…


Piatto tirolese di montagna.
E’ un piatto unico (attenti, non è certo un contorno) che tipicamente viene servito nelle baite in montagna in Alto Adige, proprio perchè sostanzioso e quindi utile a sopportare il freddo e le scarpinate fra i sentieri dolomitici. Mi perdonerete se la ricetta probabilmente non corrisponderà alla perfezione a quelle della tradizione: io vi spiego come preparo io questo piatto, spero sia il più possibile simile all’originale.
piatto tirolese con speck, uova, formaggio e patate
piatto tirolese con speck, uova, formaggio e patate

Anzitutto laviamo delle patate (la quantità decidetela voi, io ne metto un bel po’ come vedete in foto) e sbucciamole, poi risciacquiamole ancora per eliminare eventuali impurità residue.
Affettiamole sottilmente e riponiamole in una teglia da forno, poi aggiungiamo sale e spezie (rosmarino, salvia, finocchietto ecc.), irrorate d’olio e aggiungete un goccio d’acqua (una tazzina al massimo) per tenerle morbide in cottura, mescolate il tutto con un cucchiaio di legno, distribuendo uniformemente nella teglia e infornate a 200° per un po’, finchè cominciano a cuocersi e a dorarsi leggermente.
procedimento step by step per piatto tirolese con speck, uova, formaggio e patate

A questo punto togliete momentaneamente dal forno, aggiungete dello  speck tagliato a cubetti piccoli piccoli, oppure a fette spesse spezzettandolo con cura, oltre a del formaggio altoatesino (consiglio lo Stelvio, saporito e scioglievole) e mescolate bene insieme alle patate.
Poi rompete sulla superficie delle uova freschissime (due a persona) e grattugiate  sull’intera superficie a scaglie sottili del formaggio stagionato.
L’ideale sarebbe usare ancora del formaggio di malga altoatesino, vista la provenienza geografica della ricetta, ma naturalmente formaggi di ottima qualità come parmigiano, grana o sbrinz non comprometteranno assolutamente  il risultato, anzi tutt’altro.

Infornate di nuovo, stavolta prima a 220° per qualche minuto, poi perfezionate con il grill per la doratura finale.
Quando vedrete la crosticina dorata sfornate e impiattate, servendo ben caldo con un buon calice di Syrah rosso Settesoli.
Che ve ne pare? Ha un bell’aspetto, no?
Sapeste che sapore…

In conclusione…
Di Settesoli mi sentirete parlare ancora spesso, perchè vi ho promesso nuove ricette, ma anche per presentarvi altre referenze di questa importante casa vinicola.
I vini Settesoli sono di ottima qualità per due ragioni, ovvero perchè abbinano: 
  • la buona fattura 
  • un ottimo rapporto qualità/prezzo.


I vini Settesoli sono disponibili nelle principali catene di supermercati in Italia. Per ulteriori informazioni su tipologia di vini e abbinamenti, vi rimando ai contatti dell’azienda.

CONTATTI

CANTINE SETTESOLI
Strada Statale 115,
92013 Menfi (AG)
Tel. 0925-77111
E-mail: info@cantinesettesoli.it


Annunci

47 pensieri riguardo “Cantine Settesoli. Il sole nel calice.

  1. I vini Settesoli sono di un gusto unico si accompagnano bene a qualsiasi pietanza, quando lo bevo sento tutto il buon sapore dell'uva che c'è dentro per le mie feste con amici scelgo solo questo brand e poi devo dire che come prezzo è ottimo.

    Mi piace

  2. Ciaooo!! non conoscevo questo tipo di vini Settoli, personalmente non sono un'amante del vino ma li consiglierò sicuramente ai miei parenti & familiari, grazie per la segnalazione!
    Buona giornata :*

    Mi piace

  3. Sono assolutamente d'accordo con la citazione di E. de Amicis, il buon vino ha questo straordinario potere 🙂
    Conosco bene Settesoli, mio marito compra spesso il Syrah ed il Nero d'Avola, li trova ottimi ad un buon prezzo.

    Mi piace

  4. Cosa dire, se non che meraviglia quello che hai cucinato?!
    Conosco il piatto tirolese, l'ho mangiato in una baita in Val di Funes, delizioso!
    Il vino che lo accompagna è decisamente invitante, di Settesoli ho provato qualche bianco, mail Syrah mi manca.

    Mi piace

  5. Cosa vedono i miei occhi, ma cos'è questa bontà che hai preparato?!
    Molto brava, il piatto tirolese ha un ottimo aspetto e credo che andasse effettivamente abbinata ad un buon rosso, come il Syrah che hai scelto.

    Mi piace

  6. Il tuo blog è sempre ricco di belle novità, questo vino non lo conoscevo, sono curiosa di assaggiarne un pò, io quando ho ospiti a cena offro sempre un buon vino, vado a dare un'occhiata al sito.

    Mi piace

  7. quel piatto tirolese di patate è uno splendore!!!! mamma mia che fame…per non parlare di tutte le altre preparazioni! ottimi accostamenti di vino hai abbinato! bravissima

    Mi piace

  8. non bevo il vino tutti i giorni ma come dici tu ed il buon De Amicis bere in compagnia è la ciliegina sulla torta per la riuscita di una bella serata!
    Conosco i vini delle Cantine Settesoli visto che ho avuto modo di acquistarli piu' volte all'Auchan…sono davvero ottimi.

    Mi piace

  9. le tue ricette sono una favola ed i vini che le accompagnano sono alla loro altezza visto che sono realizzati con uva della meravigliosa Sicilia!

    Mi piace

  10. Il piatto tirolese che hai realizzato è per me una tentazione pazzesca! Credo che lo replicherò, o almeno ci proverò sperando in una riuscita ottima come la tua… il tutto accompagnato a dell'ottimo vino italiano, siciliano delle Cantine Sette soli, perché no? Chissà se lo trovo da queste parti.

    Mi piace

  11. il mio supermercato di fiducia è fornitissimo nel reparto vini, ma in alternativa credo di trovarlo in una delle numerose enoteche. Chiedo scusa che ho “storpiato” il nome dei vini.. Settesoli è tutto attaccato 😛 baci!

    Mi piace

  12. Non conoscevo questa azienda ma conosco bene i vini che hai citato abbinati a quelle gustose ricette, il mio preferito è lo Syrah e la prossima volta che acquisto dei vini cercherò questo brand sono curiosa di provarlo daltuo post mi sembra di eccellente qualità

    Mi piace

  13. Questi sono vini preziosi, come tutti quelli originati dai vigneti scaldati dal sole del Sud. Esteticamente ineccepibile la tua presentazione, specialmente negli abbinamenti dei piatti. Cercherò di gustarne almeno qualcuno di questi nettari brillanti.
    Erry

    Erry

    Mi piace

  14. i vini siciliani li apprezzo molto, ho avuto modo di provarne di diversi tipi e sono sempre rimasto soddisfatto, la Cantina Settesoli non la conoscevo, proverei volentieri il Syrah e il Merlot, complimenti per gli abbinamenti gustosi che hai fatto con i tuoi piatti

    Mi piace

  15. Non conoscevo questi vini,una vera novità per me!Da come ne parli sembrano ottimi…mi precipito sul sito a dare uno sguardo e ti ringrazio tantissimo per la recessione utile che hai scritto…

    Mi piace

  16. sono stato in Sicilia numerose volte e ho potuto assaporare la bontà dei vini siciliani, e se non ricordo male, ho degustato proprio un vino delle Cantine Settesoli apprezzandone la qualità, complimenti per i golosi abbinamenti che hai creato

    Mi piace

  17. Non ho mai degustato il vino delle Cantine Settesoli, ma voglio rimediare. Non siamo grandi bevitori, ma in casa nostra non puo' mancare del buon vino, anche perche' il vino scadente ci fa venire il mal di testa. Questo che ci presenti deve essere davvero gradevole, tu poi, lo hai abbinato a dei piatti fantastici…mi sono innamorata del tuo piatto tirolese di montagna, che devo provare quanto prima!

    Mi piace

  18. Nero d'Avola e Syrah sono fra i vini che prediligo perché prediligo i rossi con una decisa gradazione alcolica. Questi delle Cantine Settesoli non li ho mai assaggiati, ma penso di averli visti nel negozio sotto casa.

    Mi piace

  19. Io non bevo, ma mio fratello è un grandissimo appassionato di vini, e ogni volta sono sempre a caccia di bottiglie pregiate da regalargli affinché possa arricchire la sua collezione. Purtroppo non sono tanto pratica, però ho sentito spesso da lui che il Nero D'Avola è tra i suoi preferiti e tra i migliori per tipologia di vino, infatti grazie a te che mi hai fatto conoscere le cantine settesoli ora so cosa regalargli, visto che il suo compleanno è lunedì prossimo! Il tuo piatto tirolese è una vera prelibatezza, spero di avere il tempo di prepararlo così da sorprenderlo con un abbinamento per noi innovativo 😉

    Mi piace

  20. Non ho mai avuto il piacere di degustare il syrah, sono molto curiosa perchè ultimamente ho sentito parlare spesso di questo vino ma non riesco a farmi un'idea di come possa essere, mi sa che devo assolutamente provarlo perchè non sono il tipo che si tiene una curiosità. Ho visto i vini Settesole in un iper dove vado spesso, lo cercherò lì.

    Mi piace

  21. ero in rete alla ricerca di ricette ed abbinamenti di vini e mi sono imbattuta nel tuo blog. Complimenti perchè ho dato subito un occhiata ed è ricco di spunti culinari molto interessanti e questi vini mi ispirano moltissimo. Provero' a cercare il Syrah Settesoli per le mie prossime cene in compagnia!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...